Cerca su VerOrizzonte

mercoledì 22 novembre 2017

La Settimana Vuota

E' il quinto giorno di astinenza completa da sostanze d'abuso alimentari, o "cibo" per il blogger.
Oggi, Domenica, mi è venuta l'idea di farmi un frullato utilizzando una delle ottime mele Fuji che ho mangiato quasi quotidiana-mente fino a cinque giorni fa, con un bicchiere d'acqua; strana-mente, sono riuscito a berne solo un piccolo sorso, prima di innaffiarci il Gelsomino in terrazza, e mi sono chiesto come diavolo potrei bere una cosa simile. Sembra davvero incredibile anche per me stesso, ma questa reazione avversa mi ha ricordato un fatto che nessuno di noi ricorda chiara-mente, e che pure possiamo constatare su YouTube; che ai bambini piccoli il "cibo" NON piace affatto:



e se notate, il genitore tende a ficcare la "pappa" nella boccuccia, del tutto incurante delle sue reazioni avverse. Ma guardate l'espressione dei loro volti e il loro sguardo, quando sono costretti a mandare giù qualunque "cibo"; evito di mostrare quelle con il sottaceto, con il wasabi (solo un Giapponese potrebbe darlo a suo figlio) e con il limone, gli altri hanno dei sapori che da adulti ci sembrano piuttosto "neutri", ma non è questa l'impressione che vediamo sulle loro facce:







In generale, direi che la reazione iniziale per tutti i cibi è repulsiva; sembra che sia il fatto stesso di ingoiare della materia semi-solida a provocarla e che, immediatamente dopo, la percezione del gusto delle varie sostanze produca una reazione secondaria, quando la sensazione nuova del sapore prende il sopravvento sul disgusto iniziale.

Possiamo vedere simili reazioni in altri video su YouTube, come la seguente:


La mia impressione, vedendo queste immagini, è che ai bambini non piaccia NULLA di quello che viene infilato loro in bocca, che la loro reazione istintiva sia quella di sputare, o rigettare, o di piangere per quanto in alcuni casi, quando il sapore è dolce, esso prevale subito sulla repulsione; questa è la trappola degli zuccheri, che funziona sempre... 

Come ho già accennato qualche tempo fa, ho compreso il principio 'malefico' dell'alimentazione solida attraverso un sogno decisamente stagionato, nel primo capitolo del mio Liber Somni; non avrebbe potuto esser più chiaro, direi oggi, ma all'epoca non avevo la benché minima idea di cosa avessi visto, e sono occorsi circa 3 decenni per scoprirlo. Sono certo che di ogni "visione onirica" è possibile ri-conoscere qualche significato ben preciso riguardante la nostra "veglia", ma non possiamo averne notizia fintanto che in questo nostro stato di coscienza 'ordinario' non ri-conosciamo temi, idee, concetti, come anche parole e nomi, cose e persone, in circostanze che sono più o meno accidentali

...

Ieri, dopo diverso tempo, ho visto un film degno di nota: 星を追う子ども ("Hoshi o ou kodomo?, lett. "Bambini che inseguono le stelle" -- Wikipedia) che è stato distribuito in Italia nel 2012 come "Viaggio verso Agartha", di cui leggo ora sulla:

"Edizione italiana

L'edizione italiana è stata supervisionata da Cedric Littardi con la traduzione dal giapponese di Savaka Kozeki[6] ed ha scatenato numerose proteste perché il doppiaggio italiano è stato eseguito in Francia, presso lo studio Wantake, da un cast di doppiatori non-professionisti e di nazionalità italo-francese. Il doppiaggio ha quindi ricevuto molte recensioni negative su Amazon.it e la Kazé è stata bersagliata di commenti negativi su Facebook e Twitter.[7]"
Pertanto, a chiunque volesse farlo, consiglierei di vederlo in ver. originale con sottotitoli, come ho fatto io.
E' un'opera pregevole sotto ogni aspetto, e non è necessario amare gli anime Giapponesi per poterne apprezzare tanto la storia, decisa-mente originale, quanto l'arte pittorica degli sfondi e quella dell'animazione, le musiche, e persino il doppiaggio originale, per quanto la lingua sia piuttosto ostica al mio orecchio.
Per colmo dell'ironia, una delle scene che mi hanno più colpito è quella in cui la protagonista giunta ad Agartha (spoiler!) è invitata a cucinare, e quindi a cenare con l'ospite indigeno:



Il suo insegnante la rimprovera:



Trad.: Ryūji Morisaki: - "Non piangere mentre mangi!"
Asuna Watase: - "Ma è così buono!"

Una strana situazione, dopo quanto abbiamo visto prima...


Per chi ha vissuto a lungo con dei felini, come il blogger, il rapporto fra la protagonista e il suo compagno di viaggio serba delle sorprese toccanti. Consiglio il film a chiunque ami il genere fantastico, che sia più o meno interessato al "mito" di Agartha. Ad es., questo "villaggio" potrebbe ricordare qualcosa al lettore neo-geocentrista:



...?

Per la cronaca, al 94% degli utenti Google il film è piaciuto, io compreso:



...

Ieri sera ho interrotto il digiuno con mezzo panino e olio EVO; non lo direi proprio un pasto, ma è comunque una novità nel regime del nulla. 

Nell'estate del 2016 scrivevo:
"E senza andare a prendere specie particolari, cosa dire dell'effluvio di bontà che si respira camminando in un prato di "comune" Artemisia? E' come il ricordo di Ogni Estate Vissuta, qualcosa che risale al primor/dio, è una fragranza Immortale, il profumo di un ricordo senza tempo."
Ho sempre amato quel profumo tipicamente estivo, per quanto non conoscessi il nome della specie vegetale; e soltanto ieri, su smokableherbs.com, ho scoperte delle proprietà finora ignote dell'Artemisia:

"Effetto: ti rilassa e poi, quando dormi, fai sogni colorati e/o strani.
[...]
Pro Fantastica quando vuoi fare dei sogni che puoi ricordare. Ha anche tanti benefici!
Benefici Medici: rimedio per le mestruazioni dolorose, per stimolare la digestione, per trattare le coliche, la diarrea, la costipazione, le emicranie, ottima per la moxibustione, protegge dalla possessione del maligno
[---]

Effetti

L'Artemisia ha anche proprietà allucinogene Questa erba psicoattiva è utilizzata da alcuni come potenziatore di sogni mettendola sotto il cuscino. Questo blando allucinogeno può essere preso in infusi o fumato. Molti consumatori hanno raccontato di viaggi astrali e sogni profetici con l'uso di quest'erba. Quest'erba era usata nella produzione della birra. Da che è un allucinogeno blando, non ha alcun effetto collaterale dannoso."

(https://www.smokableherbs.com/mugwort/ - Trad. mia - Link aggiunto)


Dell'Artemisia leggiamo su Wikipedia:

"Le proprietà medicamentose di queste piante (sempre secondo la medicina popolare) sono[21][22]:
  • antisettica (proprietà di impedire o rallentare lo sviluppo dei microbi);
  • antispasmodica (attenua gli spasmi muscolari, e rilassa anche il sistema nervoso);
  • antimalarica[23];
  • carminativa (favorisce la fuoriuscita dei gas intestinali);
  • diaforetica (agevola la traspirazione cutanea);
  • emmenagoga (regola il flusso mestruale);
  • espettorante (favorisce l'espulsione delle secrezioni bronchiali);
  • eupeptica (favorisce la digestione);
  • amaro tonico (digestiva);
  • antidiabetica (dalle radici - combatte la malattia del diabete)."

(https://it.wikipedia.org/wiki/Artemisia#Farmacia)


USI
Additivo ed Esaltatore di Sapore della Birra; Erba da Incenso; Miscela da Fumo; Potenziatore di Sogni

(Trad. mia) e sul sito abbiamo una serie di esperienze su sogni diurni e notturni e sugli effetti 'trascendenti" dell'Artemisia, assieme a qualche links da seguire tra cui quello all'articolo di AltNature dove si legge:

"... L'umanità non ha mai avuto tanto bisogno dell'Artemisia. Abbiamo bisogno dei suoi doni per Sognare e portarci nel Regno Spirituale e insegnarci a vivere in equilibrio sia nello Spirito che nel Fisico."
(https://altnature.com/thegarden/Mugwort.html - Trad. mia)

L'Artemisia dalle mille proprietà -tra cui questa che per me è nuova- cresce dovunque, in ogni Paese del mondo, nelle aree rurali e ruderali, in ogni campo incolto di ogni campagna attorno ad ogni centro abitato, nei parchi e nelle aiuole... Ma su Amazon potete comprarne un etto ca. per $6.40!!!!!!!!!! =D=D=D

Ho sempre avuta l'abitudine di masticare le tenere cimette dell'Artemisia durante la bella stagione, senza aver mai letto dei suoi poteri metafisici e/o allucinogeni fino a ieri sera; a quanto pare per sfruttarli è necessario bruciarla, fumarla o tenerla sotto il cuscino, a seconda del tipo di "sogno" che si vuole rendere più intenso... Quello a occhi aperti o quello a occhi chiusi. 

 NEL FRATTEMPO, IN AUSTRALIA... 



Continua la mia (apparentemente inutile) documentazione fotografica quotidiana dei cieli;
anche oggi (20.11.17) gli aerei continuano a volare verso l'altissimo


e a rilasciare sostanze chimiche in grandi quantità; 
abbastanza da riempire il cielo










La mia documentazione sarà anche inutile, ma sono prove fotografiche di un fenomeno in atto; non so davvero se mai in qualche futuro sapremo cosa stanno combinando, ma l'indifferenza generale di fronte a questi cieli artificiali è allarmante quanto il fenomeno stesso... che le due cose siano diretta-mente connesse fra loro, come sospetta qualcuno...?

..

Una conferma da Mr. Neil Dyer su Flat Earth vs Spherical Earth Official:


Trad.: "La Necessità Della Curva Composta

Perché la terra sia una sfera, si impone che la superficie 
debba discendere di 7.98 pollici per miglio in "tutte le direzioni"
allontanandosi dall' osservatore, e ciò impone che la curvatura
sia presente sia sull'asse N-S che sull'asse E-O simultaneamente,
in relazione alla locazione dell'osservatore, il che impone che
dovrebbe essere impossibile osservare un orizzonte piano.
Questo è, ed è sempre stato il Tallone d'Achille del modello del globo.
Il "Tallone d'Achille" del Globo"

Ovviamente, la regola dei famosi quasi-8 pollici per miglio è data dal presunto diametro della Grande Palla, di 12.742 Km; oserei dire che più di un tallone d'Achille, questa è una prova matematica dei fatti,  dove le nozioni relative alla teoria globulare sono i dati stessi che la smentiscono in ogni sua parte. Ma temo di aver già scritto anche questo, più di una volta...
Quindi passiamo oltre; l'amico John Thor pubblica anzitempo su Facebook una meme natalizia:


Con il suo commento che traduco:



"Cosa vorresti per Natale?
Un unicorno!
Sii più realistico
UNA VERA foto della palla di Terra!

Un unicorno di che colore? 


:L'Investigazione Non Teme La Verità

Download GRATIS o leggi online.
200 Prove Che La Terra Non E' Una Palla Rotante.
Autore Eric Dubay.

200 Prove Che La Terra Non E' Una Palla Rotante.video book di Eric Dubay.


Ricordo che la mia traduzione dell'ebook di E. Dubay è sempre accessibile (GRATIS!) qui:

--.

Un'altra image macro da Jason E DePue

Trad.:
"SE NON SAI COSA SIGNIFICA QUESTO SIMBOLO
...
PROBABILMENTE CREDI DI ESSERE UNA 
SCIMMIA CHE ROTEA SU UNA PALLA!"

Con il commento:
"Molta gente non lo sa ma fu il prete Gesuita Georges Lemaître che venne fuori con la teoria del big bang, Egli fu anche collega di Albert Einstein e lo aiutò a costruire le sue ipotesi che concernono la relatività in accordo con la dottrina Gesuita. Di fatto, a stento si può trovare qualsiasi campo della "scienza", specialmente il campo dell'astronomia e dell'evoluzione, con non sia pesantemente sponsorizzato, influenzato e controllato dai Gesuiti .#ReligiousAtheist #ScientismFundamentalists — Exposing Hypocrites and Frauds."
(SIC - Trad. mia - link aggiunto)

Del Gesuita Belga leggiamo su Wikipedia che:

"Nel 1927 pubblicò l’ipotesi dell'atomo primigenio,[1] oggi nota come teoria del Big Bang.[2][3]"
e più oltre: "In seguito si interessò particolarmente alla teoria della relatività di Albert Einstein, che incontrò numerose volte" (https://it.wikipedia.org/wiki/Georges_Lema%C3%AEtre)

Ancora una volta l'ipotesi della "teoria del complotto" è smentita in partenza dalla "enciclopedia libera" e/o gratuita, il prete inventò di sana (in)pianta la sua teoria esplosiva, e questa è un'altra prova che si aggiunge al corposo elenco a dimostrazione della falsità di ogni cosa insegnata attualmente nelle scuole, e la matrice comune di certe assurdità universali
Abbiamo già visto il video del papa Francisco che accetta il Big Bang perché fu "fatto da dio", e dopo aver letta l'informazione qui sopra sappiamo se non altro a quale tipo di dio si riferiva... Il solito... Guarda caso, era un soldato nelle file dell'esercito di Gesù, come lui.

Per la cronaca, dopo una crema di zucca con del pane, qualche seme della stessa e un mela ieri sera, oggi ho bevuta la mia "solita" banana, con la sensazione già nota di un grande contrasto fra il "peso" che avverto -non a livello del mio stomaco, ma di me stesso- e la incomparabilità del sapore all' interno di questa illusione materiale; tutto è imperniato sulla ossessione compulsiva del cibo, e ogni attività umana è svolta in funzione di questo, il che crea la abitudine, che significa di fatto dipendenza, fisica o psicologica, e quindi "vizio". Tutti i vegetali esistenti sono 'vizi di sostegno' con i più svariati componenti chimici, ogni specie produce effetti primari e collaterali differenti, che essi contengano dei principi psicoattivi o meno; soltanto l'astinenza prolungata dal 'cibo' è in grado di rendere l'idea esatta e im/media/ta delle modificazioni prodotte dagli alimenti nel nostro corpo, ovvero dello stato di intossicazione cronica che avviene a livello dell'intero organismo umano, di tutte le sue funzioni fisiologiche e metaboliche a partire da quelle intellettive e intellettuali. Per questo, ribadisco dopo questa settimana di quasi-digiuno, una simile esperienza dovrebbe essere una abitudine alla stregua del vizio stesso, ma se è possibile farlo per tutti occorre dapprima riconoscerlo come tale, perché anche questo fa parte del "grande complotto" contro tutti noi, iniziato con gli endocannabinoidi nel latte materno:

Esistono le prove a supporto dell'affermazione che gli scienziati hanno scoperto dei cannabinoidi, simili alla cannabis nel latte materno? La risposta è Sì - assolutamente!
Il corpo umano contiene recettori cannabinoidi progettati [designed, ndt] per lavorare i cannabinoidi.
I farmaci alla Cannabis funzionano tanto efficacemente a causa del sistema endocannabinoide (ECS), che è presente in tutti gli umani e molti animali.
Il sistema consiste di una series di recettori che sono configurati per accettare solo cannabinoidi, speciamente tetra-idrocannabinolo (THC) e cannabidiolo (CBD).
  • Non è stata fatta molta ricerca sul cannabinolo (CBN) e sul cannabigerolo (CBG) e oltre 100 altri, per saperne di più sui loro meccanismi o effetti.
  • Le membrane cellulari nel corpo sono dotate naturalmente con questi recettori cannabinoidi. Quando vengono attivati da i cannabinoidi essi aiutano a proteggere le cellule contro virus, batteri, cancro, e molte altre malattie. [...]
  • Il recettore CB1 è concentrato nel sistema nervoso centrale, ma si trova in altri tessuti tra cui il fegato, l'intestino, l'utero, la prostata, le ghiandole surrenali, e il sistema cardiovascolare.
  • Il CB2 tende a localizzarsi nelle cellule del sistema immunitario.
Dei cannabinoidi derivati dalla pianta della cannabis il THC, che è il più potente psicoattivo, si lega sia con i recettori di CB1 che di CB2.
Il cannabidiolo (CBD) non si lega a nessuno di questi recettori e non ha effetto psicoattivo. Non si è compreso ancora completamente come il CBD sia utilizzato e si pensa che reagisca recettore CB ancora da scoprire, o forse attraverso un meccanismo completamente diverso."

L'articolo di CannabisCulture inizia a farsi interessante adesso:

I cannabinodi e il loro ruolo nel concepimento e nella gravidanza

I cannabinoidi giocano un ruolo fondamentale in un sano concepimento  e in una gravidanza di successo. Un rapporto del 2006 del Dipartimento Pediatrico  della Vanderbilt University ha segnalati gli endocannabinoidi come “un concetto emergente nella riproduzione femminile". La loro ricerca ha scoperto che un meccanismo sensorio cannabinoide influenza dei passi essenziali all'inizio della gravidanza.
Dopo il rapporto l'embrione da poco fertilizzato deve attaccarsi al tessuto dell'utero. Se non si  attacca alla parete dell'utero, il quale forma il cordone ombelicale, non c'è gravidanza.
[...]
Perché l'embrione si attacchi all'epitelio dell'utero, è vitale una particolare quantità di uno specifico endocannabinoide, chiamato anandamide.
Questo cannabinoide utilizza i recettori del CB1 che sono nella blastocisti (l'ovulo fertilizzato) – lo stesso tipo di recettori utilizzato dai cannabinoidi vegetali.
I cannabinoidi non solo giocano un ruolo nelle prime risposte del corpo alla fertilità, ma giocano un ruolo in altri aspetti della gravidanza.
La ricerca alla Vanderbilt ha dimostrato che se non c'è abbastanza anandamide (e se è troppa), l'embrione non si attacca alla membrana uterina. Occorre una specifica quantità di cannabinoidi per attivare un certo numero di recettori di CB1 perché l'ovulo fertilizzato si attacchi all'utero.
Fino a che l'ovulo fertilizzato non si attacca alla parete dell'utero, non è possibile una gravidanza.; è solo un uovo fertile. La vita dell'ovulo e di una gravidanza dipende da un sistema endocannabinoide (ECS) sano.
Questo processo è ottenuto grazie ai recettori di CB1 sulla blastocisti – cioè, sull'ovulo fertilizzato stesso – e il cannabinoide anandamide sull'endometrio – la membrana più interna dell'utero.
Uno studio del 2004 pubblicato dallo American Journal of Obstetrics and Gynecology ha concluso:
“Sia i cannabinoidi endogeni che gli esogeni producono un potente e diretto effetto rilassante    sull'endometrio umano che è mediato dai recettori di CB1.”
Questo significa in pratica che lo strato medio della parete uterina, il "miometrio", è modulato dai cannabinoidi. Questi recettori uterini del CB1 sono attivati dagli endocannabinoidi (anche dai cannabinoidi erbacei).
Oltre al concepimento, un rapporto del 2004 ha dimostrato che gli endocannabinoidi attivano la muscolatura orale necessaria a stimolare  l'allattamento (v. sotto).  Lo stesso studio del 2004 dichiarava:
“L'anandamide ha proprietà neuroprotettive durante lo sviluppo del cervello postnatale.”
[...]

Recettori cannabinoidi umani

Se il corpo ha naturalmente dei recettori cannabinoidi allora deve produrre i suoi propri cannabinoidi o non ci sarebbe una valida ragione biologica per svilupparli. La ricerca indica che il corpo umano è evoluto di fatto per produrre i propri cannabinoidi, perciò non è una sorpresa che questi composti endogeni siano trasferiti al neonato attraverso i cannabinoidi del latte materno.
Se il corpo ha dei 
recettori
cannabinoidi è ragionevole 
che esso debba produrre i suoi propri cannabinoidi.
Secondo le scoperte di alcuni importanti studi scientifici, le madri umane producono naturalmente cannabinoidi nel latte materno e inoltre questi cannabinoidi sono vitali per uno sviluppo corretto del neonato. Essi vengono classificati come tipi specifici di lipidi neuromodulatori.
La ricerca suggerisce che una delle funzioni primarie di questi cannabinoidi nel latte materno sia di aiutare un neonato a nutrirsi stimolando il processo della suzione.
Gli esperimenti scientifici hanno dimostrato che i recettori CB1 in particolare sono essenziali nello sviluppo della risposta al nutrimento dei cuccioli di topo.
Quando il recettore CB1 è rimosso o bloccato in condizioni di laboratorio il piccolo del topo  non succhia il latte dalla madre e muore.
E' un esperimento alquanto rude per il piccolo ratto, questo dimostra l'importanza dei cannabinoidi e dei loro recettori nello sviluppo dei neonati e indica che i cannabinoidi nel latte materno hanno un ruolo critico nella sopravvivenza dell'infante controllando l'ingestione del latte."
--Etc.
(http://www.cannabiscure.info/cannabis-breast-milk/  Trad. mia)
Devo dire infine che la traduzione di questo articolo è stata molto educativa; se prima mi affidavo alla nozione basilare della presenza di un endocannabinoide nel latte materno -vaccino compreso- 

e sul fatto che 

"Senza cannabinoidi nel latte materno, il neonato non sarebbe stimolato dal desiderio di nutrirsi." (Id.)

adesso so per certo che questi composti chimici sono un fattore determinante nell'intero ciclo vitale dell'essere umano ancor prima della sua formazione a livello embrionale, e questo infine spiega ancora meglio, perfetta-mente il motivo del Regime Proibizionista della canapa in vigore Qui e Ora, che è quello di privare l'essere umano di un elemento che rappresenta la maternità terrena, che è stato letteralmente vitale nell'intero processo del concepimento, della gravidanza e dell'allattamento materno, e che ritroviamo nella pianta della Cannabis, che nasce da Madre Natura, e che per la sua propria legge eterna e immortale dovrebbe essere coltivata e raccolta e utilizzata da tutti noi (che dovremmo esserLe) figli. Infatti simili nozioni che supportano l'evidenza di un Sistema Bio-Logico Chiuso chiamato "Terra", sono anche la prova schiacciante e vergognosa di una "legge" più che inumana, INNATURALE e ABOMINEVOLE, che di fatto rappresenta uno dei più GRANDI e ODIOSI CRIMINI mai commessi contro l'umanità intera

Segnalo il link all'articolo originale della US National Library of Medicine, da cui il suddetto:

" 2008 May;20 Suppl 1:75-81. doi: 10.1111/j.1365-2826.2008.01670.x.

I molteplici ruoli del sistema endocannabinoide durante i primi stadi della vita: sviluppo pre- e postnatale.


(Trad. mia)

domenica 19 novembre 2017

Max Ima Mente

“Come uomo che ha dedicata la sua intera vita alla scienza più coerente, allo studio della materia, posso dirvi come risultato della mia ricerca sugli atomi solo questo: Non esiste materia in quanto tale. Tutta la materia è originata ed esiste solo in virtù di una forza che porta le particelle di un atomo ad una vibrazione e tiene assieme questo minuscolo sistema solare. Dobbiamo assumere dietro questa forza l'esistenza di una mente conscia e intelligente. Questa mente è la matrice di tutta la materia.” ~ Max Planck

(Trad. mia)

In quanto neo-geocentrista sarei portato a deridere, o quantomeno a snobbare l'analogia del 'sistema solare'; e invece, no. 
Anzi, è proprio la certezza di cosa NON è il 'sistema solare', ancor prima di ciò che potrebbe essere, a rendere interessante la dichiarazione di "Marx Karl Ernst Ludwig Planck (Kiel23 aprile 1858 – Göttingen4 ottobre 1947)," [...] "fisico tedesco, iniziatore della fisica quantistica e premio Nobel per la Fisica." (Wikipedia)

Altre due aforismi dei suoi degni di nota, da Wikiquote:

"Io considero la coscienza come fondamentale, e la materia un derivato della coscienza. Non possiamo andare oltre la coscienza. Tutto ciò di cui discorriamo, tutto ciò che noi consideriamo come esistente, richiede una coscienza." 

"La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere.[3]"

Oggi ne ho la consapevolezza, in quanto neo-geocentrista: la coscienza dell'eliocentrista è quella che rin/nega l'evidenza di ogni cosa di e su questa Terra; quindi, tutto ciò di cui discorriamo e consideriamo come esistente esiste solo nella nostra logosfera particolare, Qui e Ora.

...

Da queste parti c'è stato un gran viavai in cielo, di recente: 








ma i colori della stagione sono sempre apparente-mente vivi e vegeti:







e ci sono nuovi aMici da conoscere


Più che un inverno tiepido, questo Novembre del 2017 mi pare una estate freddina, e la indefinibilità delle condizioni climatiche rispecchia quella del mio stato d'animo; noi stessi siamo parte dell'enigma, perché l'enigma è parte di noi, parte da noi, e noi lo creiamo soltanto per risolverlo continua-mente, e infnita-mente.

--

Scrivere qualcosa con due martelli pneumatici in azione contemporaneamente nella casa di fianco non è facile; certi rumori impediscono anche di pensare, eppure non sono meno molesti delle voci della gente sulla via, dei suoi pargoli frignoni e dei suoi cani nevrotici; la mia protezione è sempre Simplynoise.com, che sommerge tutto in un mare di "brown noise" simile al fragore dell'acqua, e questo riparo delle cuffie per me è l'unico modo di sopportare la città in camera mia ormai da anni; ma, dopo anni, mi accorgo che la mia condizione non soltanto non è facile da sopportare, ma non è nemmeno sopportabile.
La mia unica vacanza vera e propria durante l'ultimo decennio, quest'estate, mi è servita soprattutto a ricordare che questa Terra può essere lo stesso paradiso per chi NON vive in città per il resto dell'anno, e il confronto che tocca a tutti i prigionieri al rientro dalle ferie ogni anno, per me, ergastolano a cielo aperto, è stata un'esperienza shockante, e causa di "stress post-traumatico" senza rimedio.

Le attività quotidiane lavorative o scolastiche, oltre alle infinite cause o motivi di distrazione, sono l'unico modo per ogni schiavo cittadino di non sviluppare mai una vera e propria coscienza della sua condizione di schiavitù, una nozione collettiva, popolare e proverbiale, riguardo il mezzo gaudio e il Male comune, che in quanto tale può essere trascurata a livello massivo, così come La Questione Più Fondamentale, e ogni altra Questione Importante a Questo Mondo..
La coscienza di ogni singola falsità dell'Impero del Falso a cui siamo tutti sottomessi, la ricerca e la scoperta di tutto ciò che viene comune-mente ritenuto o semplice-mente accettato come "realtà", e che si realizza material-mente attraverso il potere creativo umano assoggettato a certa gente, e ai loro fini distruttivi, è nel contempo l'attività più illuminante e nobile e lodevole, almeno fintanto che i risultati sono condi-visibili con tutti, ma prevede per me anche questa forma di cattività la quale mi sta incattivendo giorno dopo giorno e anno dopo anno, e sta vanificando tutte le mie "scelte di vita", annullando la mia stessa volontà.

Il secondo giorno del digiuno terapeutico, dopo la colazione con il succo di 1/2 Limone e bicarbonato, il pranzo è costituito da una tazza di Kaph, tisana Nepalese composta di "germe di avena 45%, basilico sacro (Ocinum tenuiflorum) 20%, semi di coriandolo 9%, foglie d’alloro 8%, zenzero 8%, cumino 2%, pepe nero 2%, pepe lungo 2%, chodi di garofano 2%, cardamomo nero 2%."; per i suoi scarsi valori nutritivi non si può definire 'cibo', e non di meno il sapore "esotico, semplicemente diverso da tutti gli altri e, soprattutto, molto speziato" rende la sensazione "corposa" di una sostanza d'abuso alimentare vera e propria, e dunque questo tipo di bevanda è l'ideale per "ingannare" il mio cervello mentre affronto il nemico n.1, mio e di ogni uomo, che è l'Abitudine.

Ho la consapevolezza intuitiva che il mio corpo non abbia alcun bisogno di nulla oltre i raggi del Sole e l'acqua, è una certezza profonda perché proviene dal nous, che qualcuno disse "re del cielo e della terra"; esso non si può nemmeno paragonare al concetto di "Intelligenza" per come è comune-mente inteso da una massa di indiviDui che dimostra in ogni modo possibile di non essere intelliGente, ma questo sembra anche essere l'unico termine comprensibile, o accettabile nella nostra logosfera moderna, da che l'intuitività umana è teoricamente debellata da subito con il Programma D'istruzione Globale e, proprio a conseguenza di quest'ultimo, nessuno la reclama mai.  

Dopo l'inteso aerosol mattutino


di tutta questa roba in cielo non è rimasta traccia. Alle 14:19 la situazione è questa:


e così anche questo diviene parte del "mistero" delle "scie chimiche"...

Ma qualunque sia la risposta, conviene approfittare della tregua.

--.

A proposito di...

PROPAGANDA
su Facebook:

http://www.ladbible.com/more/interesting-news-food-controversial-study-finds-vegetarians-less-healthy-than-meat-eaters-20171116

"Controverso Studio Scopre i Vegetariani 'Meno in Salute' Dei Mangiatori Di Carne"

Potrebbe essere più contro-verso? 
Traduco solo il nocciolo dell'articolo, tanto per farci una risata:

"I soggetti che che mangiano meno carne si sono scoperti anche avere cattive abitudini riguardo la salute, come l'evitare di andare dal dottore."

Io mi chiedo: questo tizio cosa ci va a fare dal dottore? A giocare a carte?
Certo, una "visita di controllo" ogni 10 o 20 anni non può far male, ma non è possibile che chi evita di mangiare carne evita anche di andare dal dottore perché sta bene?

L'articolo citato qui è del 2014, e si conclude con una sorta di errata corrige:

"Qualcuno ha affermato che lo studio sia una facciata pubblicitaria per l'industria della carne. La coordinatrice ed epidemiologa Nathalie Burkert ha detto all' The Austrian Times: "Abbiamo già prese le distanze da queste dichiarazioni da che sono una interpretazione errata dei nostri dati.
"Abbiamo sì scoperto che i vegetariani si ammalano di più di certe malattie come asma,  cancro e malattie mentali della gente che mangia anche carne, ma non sappiamo dire quale sia la causa e quale sia l'effetto.
"Occorrono ulteriori studi prima che si possa rispondere a questa domanda."
Fonte: The Independent
"

E quindi il messaggio dell'articolo mi pare che sia: era pubblicità dell'industria della carne, e lo "studio" basato sulle interviste di un sondaggio sembra non avere -dalla ammissione della epidemiologa- alcun valore scientifico di sorta, ma intanto la notizia è stata pubblicata su una testata come The Indipendent, e soltanto chi lo legge fino in fondo viene a sapere che in effetti il titolo è una bufala. Se lo fa. Ottima strategia propagandistica, devo ammettere.
Forse un pochino scorretta, ma efficace.
E anche l'idea di LadBible di rispolverarla qualche anno dopo... è geniale!

..

E' l'ora del tè; quello che ci vuole per scaldarsi:

(da SquawkBox)

--

Una ottima didascalia da Mr. Mark Vernuccio su The Flat Earth Experts (TFEE):


"Quando usi la gru per sganciare la moon buggy sul set" (Trad. mia)

...

Una nuova buona proposta, da Corriere.it:

Cannabis a uso terapeutico, la Camera approva la proposta di legge

Il testo passato con 317 sì, 40 no e 13 astenuti. A favore hanno votato Pd, M5s, Mdp, Sc-Ala, Si-Pos e Psi. Co"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

http://www.corriere.it/politica/17_ottobre_19/cannabis-uso-terapeutico-camera-approva-proposta-legge-d54c4990-b4b6-11e7-aa01-fc391f169342.shtml?refresh_ce-cp

Diventerà una vera legge?

..

"Il vero significato di persona (così in Inglese, ndt) è maschera, come quella che gli attori erano soliti indossare sull'antico palcoscenico: ed è proprio vero che nessuno mostra sé stesso per come è, ma indossa la sua maschera e recita la sua parte. Invero, tutti i nostri accordi sociali si possono paragonare ad una perpetua commedia; e per questo ogni uomo che valga qualcosa trova la società tanto insipida, mentre un testone [blockhead, ndt] ci si trova come a casa sua.~ Arthur Schopenhauer"

Mi pare di avere scritta anch'io una cosa del genere, di recente... e mi trovo d'accordo anche con questo aforisma condiviso da Azione Antispecista Lecco:


DECISAmente

..

Una nuova image macro da Victoria Rose che ha per soggetto uno scenario celebre:




Trad.: "Le  Bianche Scogliere di Dover, UK, sommità massima = 350 piedi
NON dovrebbero esser visibili da Boulogne Sur Mer, Francia - distante 31 miglia.
Se la Terra fosse di fatto un Globo,
Tutte le Scogliere dovrebbero essere NASCOSTE 390 piedi SOTTO l'Orizzonte..."


Dal momento che nemmeno io conosco Ms/Mrs Rose, questo è il link di Earth Curve Calculator; può capitare a tutti di sbagliare...
Se il calcolo risultasse esatto, come temo sia, questa singola prova visiva, metodica, ripetibile, accessibile a chiunque si voglia fare una gita a Boulogne Sur Mer, basta e avanza per annichilire la Teoria Eliocentrica; ne ho riportate a dozzine nel corso di questo blog, e tutte loro sono l'evidenza del Mondo Intero che si di-mostra all'osservatore in tutta la sua immota orizzontalità. 
 Immagino che il mio lettore di lunga data non senta alcun bisogno di recarsi in loco per scattare una foto simile a quella sopra per avere conferma dei dati forniti, anche perché ogni punto di riferimento geografico visibile nelle nostre vicinanze, ad es. le cime dei monti, fari, torri o alti edifici di sorta, sono tutte prove ugualmente valide e inconfutabili, visibili e fotografabili ovunque sul piano terreno, e oggi non dobbiamo nemmeno usare una qualsiasi calcolatrice, da che hanno fatto un sito apposta per smentire la teoria eliocentrica.
Abbiamo davvero bisogno di parlarne ancora? Se consideriamo la matematica e la geometria come scienze esatte, l'argomento è chiuso; ciò che vediamo a certe distanze non può essere posto sulla Grande Palla di cui ci hanno raccontato a scuola, dal momento che il suo diametro non sarebbe un dato variabile o ignoto, e sulla base di quello fornito dagli 'scienziati', il conto non è più impegnativo di 2+2. Abbiamo visti anche altri esempi di località famose come Lady Liberty, la città di Chicago vista oltre il lago Michigan. etc. etc., oggi abbiamo anche la Bianche Scogliere di Dover. Per quanto mi riguarda la collezione di PROVE si può ben concludere con questa; ce ne sono a milioni, a miliardi, infinite, ma per un cervello funzionante ne basta UNA.

Oggi, Sabato 18.10.17 sono al quarto giorno di digiuno completo, e proprio come ricordavo mi rendo conto di nuovo che la fame è paragonabile al sonno, per quanto ovviamente sia una questione di giorni e non di ore: ma in entrambi i casi, superato un certo punto il richiamo dell'abitudine viene meno, perde forza, ed è possibile allora prender coscienza del fatto che non si tratta di altro.
Il fatidico quarto giorno, che fino ad ora avevo raggiunto solo una volta, corrisponde al superamento di quella soglia, e di fatto non provo più alcuno stimolo o desiderio di mettermi in bocca alcunché; guardo ai cibi con una completa indifferenza, da che essi non costituiscono più una "tentazione".
E 'facile comprendere in questa condizione che si tratta della volontà e quindi della ragione, che è opposta all'istinto e quindi alla bestialità umana; le facoltà intellettive sono notevolmente acuite così come i sensi, ma in compenso è già apprezzabile una sensazione di pace interiore che non è possibile esperire nemmeno con la più efficace delle sostanze utilizzate a questo scopo, dal momento che non si tratta dell'effetto di un mero principio attivo 'esterno', ma di ogni singola funzione metabolica e fisiologica del mio organismo, che non è più impegnato mente e corpo nella trasformazione continua e incessante di qualunque sostanza d'abuso alimentare possibile, per trarne energia, e malattia; in pratica è tutto di me stesso, a contatto con il nulla; il vuoto, che conosco attraverso la meditazione quotidiana, è parte di me (perché sono "a stomaco vuoto") e in esso ri-conosco immediata-mente il concetto del prana, dello "spirito vitale" manifesto nell'aria stessa. Perché sento distinta-mente l'aria sulla mia pelle; che è l'organo umano più esteso, ma di questo fatto in genere non sono al corrente.

Questa sensazione straordinaria ha risvegliata in me una memoria infantile sopita, e meravigliosa, proprio perché non ne avevo alcun ricordo vero e proprio ma l'ho ri-conosciuta subito come una capacità dimenticata del mio corpo, e assieme a questa pace interiore, piuttosto insolita nell'irrefrenabile blogger, il "potere sensuale" dell'aria costituisce un aspetto di grande interesse in questo mio ennesimo esperimento.

Oggi ho anche riaperto il mio barattolo di tè verde, che è rimasto chiuso dal momento in cui ho adottato l'orzo come bevanda; dopo averlo visto elencato nelle tabelle online di bevande alcaline, ne leggo le proprietà benefiche su MacroLibrarsi.it:

"I benefici del tè verde 
Nei germogli delle foglie e nelle foglie giovani del tè verde, sono presenti la più alta percentuale di principi antiossidanti. Il tè verde è una delle fonti maggiori di antiossidanti presenti in natura!
L’azione antiossidante è utile per contrastare la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
All'interno del tè verde troviamo i polifenoli che sono più potenti della vitamina C e E.
L’azione antiossidante è data soprattutto dai flavonoidi presenti e nello specifico dalle catechine, che contribuiscono a sostenere le funzioni cardiache.
Le sostanze presenti nel tè verde riducono i livelli di colesterolo LDL (colesterolo “cattivo”) e il livello dei trigliceridi. Per questi motivi, svolge un’azione di protezione sul cuore e previene l’insorgere di malattie cardiovascolari. Utile anche per contrastare gli effetti del fumo." 
(https://www.macrolibrarsi.it/speciali/proprieta-del-te-verde-e-benefici.php)
Anche questo sapore ritrovato -dopo un lungo periodo- rende piacevole la mia esperienza, per quanto sia consapevole del fattore teina/caffeina, che pure evitavo da tempo, e di cui riconosco il grande potere eccitante sul mio sistema nervoso; ma non c'è nulla al mondo che possa smuovere il senso di pace, che proviene dall'aria stessa attorno a me, sulla mia pelle, e dentro di me.

E l'occasione comunque per conoscere un 'segreto' del tè verde, da cure-naturali.it:



"Tè verde e caffeina: una relazione interessante

Ma cosa avrà mai di speciale questo tè verde? Perché tutti ne lodano i benefici? Non contiene caffeina come altri tipi di tè? La caffeina (o teina) è contenuta nel tè verde, come nel tè nero e nel caffè. Il punto è che la caffeina contenuta nel tè verde agisce in modo più blando sullo stomaco rispetto al tè nero e la sua azione è più lieve e costante ed equilibrata nell’arco della giornata.
Basti pensare che, normalmente, una persona che non assuma caffeina in altro modo (coca cola, caffè o tè nero), può bere sino a 7 tazze di tè verde al giorno."

Nell'articolo linkato qui sopra troviamo una intera, e interessante pagina dedicata ai tè:

"Tè verde e tè nero, proprietà e benefici

Entrambi i tè contengono tannini, polifenoli e sostanze come caffeina, teobromina e teofillina.
I tannini aiutano a ridurre i problemi intestinali come la diarrea avendo proprietà astringente, azione che permette anche di avere benefici a livello della circolazione perché aiuta il ristringimento dei vasi e facilità così la risalita del sangue. Nei casi infatti di vene varicose e problemi capillari i tannini contenuti nel tè sono un ottimo aiuto. Infine sono antibatterici naturali e quindi aiutano in caso di problemi creati da invasioni batteriche nel organismo.
polifenoli sono invece sostanze antiossidanti che aiutano a rallentare l’invecchiamento cellulare combattendo i radicali liberi con un efficacia 100 volte maggiore della vitamina C.
I polifenoli sono doppiamente presenti nel tè verde perché vengono preservati nei processi di lavorazione a caldo o a vapore, mentre nel tè nero con l’ossidazione naturale durante l’essiccazione e il processo di fermentazione alcuni di questi polifenoli vengono distrutti o perdono attività.
I polifenoli sono importanti perché prevengono le malattie cardiovascolari, quindi aiutano il cuore e la circolazione sanguigna. La presenza di polifenoli aiuta a ridurre il colesterolo e quindi a diminuire anche la formazione di placche arteriose. Inoltre sono regolatori del lume dei vasi sanguigni grazie alla loro proprietà di far produrre sostanze capaci di agire sulla formazione delle cellule epiteliali del sistema vascolare e di migliorare la capacità contrattile e di espansione delle arterie ottenendo così meno formazione di coaguli o infiammazioni per ristagni sanguigni. Infine diversi studi dimostrano che i polifenoli hanno proprietà antitumorale e che bere tè diminuisce gli attacchi di cuore dell’11%.
La presenza di teobromina aumenta i benefici verso l’apparato cardiocircolatorio proprio grazie alla sua proprietà di aiutare la contrazione cardiaca e alla sua azione diuretica.
La teofillina è un broncodilatatore che aiuta nei casi di malattie stagionali come raffreddore e bronchite o anche nei casi di asma. Questa sostanza ha proprietà attive che favoriscono il lavoro muscolare sia per muovere il diaframma che l’apparato polmonare.  
Entrambi i tè aiutano a dimagrire grazie alla loro proprietà di ridurre la massa di tessuto adiposo presenti nel corpo e alla diminuzione stessa dei lipidi che sono contenuti nel fegato. Il tè è un forte disintossicante che aiuta a ripulire l’organismo e a perdere peso; inoltre come abbiamo visto i polifenoli aiutano a sciogliere i grassi e associati alle sostanze aminiche hanno un azione diuretica.
Il tè nero si distingue per i benefici maggiori di proteggere dalle carie dentarie grazie alla presenza di fluoro e riduce la demineralizzazione delle ossa; favorisce infatti la densità minerale delle ossa e dei denti aiutando soprattutto contro l’osteoporosi.
Anche gli altri tessuti giovano della presenza di più minerali e in particolare le unghie e i capelli sono più in salute. Infine bere tè sembra che rallenti il processo degenerativo del morbo di Alzheimer alzando anche le difese immunitarie del organismo.

Controindicazioni

La caffeina presente nel caffè è anche presente nel tè in percentuale minore ma comunque svolge le sue proprietà toniche e di attivazione del sistema nervoso centrale. Questo significa che va controllato l’uso della caffeina per non eccitare troppo il sistema nervoso soprattutto per le persone che soffrono di insonnia, nervosismo, ipertensione e stress.
Meglio bere il tè durante la giornata e soprattutto la mattina, evitando così le ore serali. La proprietà di stimolazione dell'organismo aiuta a perdere peso e quindi l’uso del tè è consigliato nelle diete dimagranti con l’avvertenza di verificarne effetto sul nostro sistema nervoso.
Ultima controindicazione per la caffeina è la sua capacità di rallentare l’assorbimento del ferro sino anche al 40%. Le persone che devono maggiormente fare attenzione ad evitare il consumo di tè nero associato ad alimenti con ferro sono i soggetti anemici, i bambini, gli anziani, gli sportivi e chi ha fatto scelte di alimentazione vegetariana e vegana: sarà sufficiente bere il tè lontano dai pasti per ottenere tutti i suoi benefici, evitando l’interazione con l’assorbimento del ferro dai cibi."
(http://www.cure-naturali.it/tipi-t%C3%A8/2664/propriet%C3%A0-t%C3%A8-verde/1520/a)

Quando si parla di eccitanti, o stimolanti, siamo al centro del vasto campo delle sostanze d'abuso vegetali lecite tra le più popolari in assoluto, che vengono assunte colle bevande: dove crescono il tè, il caffè, il cacao -- assieme al tabacco con il suo veleno insetticida tanto caro ai fumatori, che è la nicotina; come abbiamo letto qui sopra le altre specie contengono teina e/o caffeina e teobromina, che sono principi attivi eccitanti per il sistema nervoso centrale (il cervello) e periferico.
Se il tè sostituisce il pasto, come nel mio caso, immagino che esso non comprometta l'assorbimento di nessun ferro, ma questa avvertenza ci ricorda assieme alla indiscutibile qualità di antiossidante, che si tratta sempre e comunque di una sostanza d'abuso, come ogni altra, ma più di ogni altra in virtù dei principi attivi. Sulla caffeina, Wikipedia docet:

"Il consumo di grosse quantità di caffeina - generalmente più di 400 mg al giorno (l'equivalente di circa 5 tazze di caffè espresso) - porta alla condizione conosciuta come caffeinismo. Il caffeinismo generalmente combina la dipendenza da caffeina con un ampio spettro di spiacevoli effetti fisici e mentali come nervosismo, irritabilità,  agitazioneinsonniamal di testa e palpitazioni cardiache dopo l'uso di caffeina.
L'overdose di caffeina può causare una sovrastimolazione del sistema nervoso centrale, chiamata intossicazione da caffeina, comunemente conosciuta come "tremori da caffeina". I sintomi dell'intossicazione da caffeina sono comparabili ai sintomi da overdose di altri farmaci stimolanti: questi includono irrequietezza, agitazione, ansia, eccitazione, insonnia, vampate di calore al viso, aumento della minzione, disturbi gastrointestinali, contrazioni muscolari, un flusso sconnesso di pensiero e di parola, irritabilità, battito cardiaco irregolare o rapido, e agitazione psicomotoria. Nei casi di overdose massiccia possono verificarsi stato maniacale, depressione, mancanza di giudizio, disorientamento, disinibizione, illusioni, allucinazioni o psicosi, e può provocarsi rabdomiolisi.
L'overdose estrema si risolve in morte. La dose media letale (DL50) per via orale, è di 192 mg/kg di peso nei topi. La DL50 di caffeina nell'uomo dipende dalla sensibilità individuale, ma è stimata essere intorno ai 150–200 mg/kg di peso corporeo ovvero 80-100 tazzine per un adulto. Anche se il raggiungimento della dose letale di caffeina è eccezionalmente difficile con un normale caffè, sono state riportate morti per overdose di pillole di caffeina, con sintomi di overdose tanto gravi da richiedere l'ospedalizzazione con poca o fino a 2 grammi di caffeina. Nel caso di assunzione di farmaci contenenti  fluvoxamina  o  levofloxacina, che bloccano l'enzima epatico responsabile del metabolismo della caffeina, si assiste a un aumento degli effetti a livello centrale e delle concentrazioni sanguigne di ben cinque volte. La morte tipicamente avviene per fibrillazione ventricolare, causata dall'effetto della caffeina sul sistema cardiovascolare.Il trattamento dell'intossicazione massiccia da caffeina è generalmente sintomatico, ma se il paziente ha elevati livelli sierici possono essere necessari la dialisi peritoneale, l'emodialisi o l'emofiltraggio.
Uno dei pochi casi documentati di avvelenamento da caffeina è quello di una donna di 37 anni che ha provato a uccidersi[13] ingerendo 27 g di caffeina (l'equivalente di circa 350 tazze di caffè espresso), andando incontro a ipotensioneconvulsioniaritmie e a
diversi episodi di arresto cardiaco.
Un ragazzo inglese è morto dopo essersi avvelenato con 50 grammi di polvere di caffeina comprata su Internet.[14]
"
La nota necessaria riguarda il fatto che un singolo episodio di arresto cardiaco può bastare;
inoltre su Wiki leggiamo che 
"Nel 1827, M. Oudry ha isolato la teina dal tè, successivamente è stato dimostrato da Mulder e da Carl Jobst che teina e caffeina coincidevano chimicamente quando poi la struttura della caffeina è stata chiarita verso la fine del XIX secolo da Hermann Emil Fischer, il primo a raggiungere la sua sintesi totale, parte del lavoro per il quale è stato assegnato il Premio Nobel per la chimica nel 1902."
Quattro giorni "a stomaco vuoto" possono bastare per riconoscere distinta-mente la potenza di questo principio attivo, specialmente dopo anni di astinenza; è una droga potente, di cui apprezzo lo stimolo chimico scrivendone ora.
L'atto di protesta del "16 dicembre 1773" passato alla storia come Boston Tea Party o Tea Act, è stata "la goccia che fece traboccare il vaso" (Wikipedia) delle ingiuste tassazioni già poste su altre sostanze d'abuso alimentare come zucchero e vino, e si può considerare quindi la miccia che accese la Guerra d'Indipendenza Americana. Certo, il rito dell'intossicazione da teina è ancora oggi quasi-sacro per i Britannici quanto lo è per l'Italiano quello del caffé, e quindi anche per gli invasori Americani del '700 valeva la pena di combattere con i cannoni e i fucili e finanche alla baionetta, pur di sorbire una "cuppa" alle cinque del pomeriggio senza doverla pagare al parlamento di Westminster.

--.

Da Roberto Reeves‎ su TETs TRUTH TUBE un quesito fonda-mentale; anzi, abissale:



Traduco il suo post


"Tutti noi abbiamo sentito de Le Acque Superiori & Le Acque Inferiori, Così il Sopra Come Il Sotto etc.
Sto solo pensando ad alta voce qui, ma se il significato fosse andato perduto nella traduzione, molte cronologie e traduzioni sono state alterate nel corso degli anni per supportare le varie agende.
Quando siamo concepiti passiamo 9 mesi nell'acqua prima di nascere, al momento della concezione c'è una scintilla, la quale può essere ed ed è stata osservata che è molto simile alle luminarie che osserviamo nel cielo notturno, scintilla di vita per così dire..... forse le acque inferiori non sono l'oceano?"

Affascinante intuizione, invero.

..-

Da  Peter Wonder‎ su Flat Earth's Dank Meme Stash, la meme di tutte le memes sull'Impero del Falso:


Trad.: "SI SONO INVENTATI TUTTO
... E VOI CI AVETE CREDUTO


Collettivamente possiamo non ricordare perché siamo qui, ma sta divenendo abbondantemente chiaro che alcuni hanno fatto di tutto per nascondere i misteri sempre presenti di questo mondo."

(AVVERTENZA: il link porta ad un sito di "teorie della cospirazione"=)