Cerca su VerOrizzonte

lunedì 20 febbraio 2017

Pomeriggio di un giorno da presidenti

Ancora a proposito del caso Irving, un articolo di Harrison Wind su BSNDenver.com del 18.02.17:

“Esci all'aperto e usa i tuoi cinque sensi,”: Wilson Chandler sostiene la teoria geocentrica di Irving


Dove un Mr. Wilson Chandlerswingman dei Denver Nuggets, afferma:

Una spiegazione semplice,” ha detto Chandler a BSN Denver “Esci all'aperto e usa i tuoi cinque sensi. Se qualcuno non ti avesse insegnato che sei su una palla rotante che orbita attorno al Sole, è questo quello che percepisci con i tuoi cinque sensi?
L'articolo conclude:

"I commenti di Irving sono stati generalmente derisi sui social media ma esiste un contingente sorprendentemente grande che si è allineato a questa teoria. 
Chandler ne fa parte."

(http://bsndenver.com/just-walk-outside-and-use-your-five-senses-wilson-chandler-backs-up-irvings-flat-earth-theory/ - Trad. mia)

Purtroppo siamo ancora in quel tipo di mondo in cui ciò che è esperibile con i cinque sensi non ha alcun valore rispetto alle parole di insegnanti e professori e libri di testo; e documentari, e films, e fumetti. E qualunque altra cosa. Pertanto, oggi la mera realtà che ognuno è in grado di percepire, di una superficie terrestre piana e stazionaria, non è soltanto "teoria geocentrica", ma addirittura "di Irving", perché un giocatore di pallacanestro è divenuto il portavoce ideale del movimento "Flat Earth", l'uomo giusto per infilare le Grandi, Grandi Palle Universali nel cesto. Che la realtà sia sempre stata nota all'uomo dall'alba dei tempi fino a Galileo, e alla invereconda farsa del suo processo, ovviamente non è cosa degna di menzione, anche perché BSN Denver™ è una testata online di basket, e quindi simili questioni si possono facilmente spacciare per gossip.

Sicché, alla fine dobbiamo accontentarci del fatto che un altro nome dello sport Americano sia entrato a far parte delle file Neo-Geo, e abbia fatto scrivere un altro articolo sulla Questione Più Fondamentale; non importano i nomi, e i titoli, ma la popolarità dei personaggi coinvolti.

E nel frattempo l'ondata geocentrista si è estesa ancora, coinvolgendo altri due "Cavaliers"



"LeBron James e Draymond Green Difendono la Teoria di Kyrie Irving sulla Terra Piana"


(Trad. mia)

I punti salienti:

"“Non dico che penso che sia piatta,” ha detto Green. “Non lo so. Ma potrebbe esserlo.”

"Anche LeBron James ha difesa l'opinione scientificamente sbagliata del suo compagno di squadra, chiamandolo il suo “fratellino.”

e compare il link al twitter di Ben Golliver:

Trad.: "LeBron James: "Kyrie è il mio fratellino...
Se ha deciso che la terra è piatta, è ok." - "

Ryan Nagelhout di Dime Magazine conclude, in un esempio di giornalismo di alta scuola:

"Questa è la peggiore versione nostalgia retro che mi possa immaginare. Il filosofo Greco Pitagora morì secoli fa ed egli aveva già capito tutto questo. Quel calcolo del triangolo che facevate alle scuole medie? Era roba sua anche quella. 
Potete mandarmi tutte le memes che volete, ma i gruppi di "truthers" di Facebook non possono competere con qualche millennio di scienza. Mi spiace, gente."

(Trad. mia -- Tra parentesi, caro Mr. Nagelhout, "millennia" si scrive con DUE "N")

Qualcuno vorrebbe dire a quest'uomo che durante tutti i millenni della scienza precedenti Copernico, a parte l'effimero accidente pitagorico, e pochi altri, l'umanità è sempre stata ben cosciente della Realtà Geocentrica, e ha sempre ignorate tutte quelle teorie che sono letteralmente campate per aria e possono essere soltanto imposte, coercitiva-mente e subdola-mente, a dei bambini?
 Se poi dobbiamo ritenere valida la teoria eliocentrica di Pitagora sulla base del fatto che siamo stati costretti a memorizzare anche il suo famoso (e validissimo) teorema, come suggerisce costui, questa è la più esplicita dimostrazione del fatto che l'uomo non è intelligente, ma gli ameri-cani lo sono ancora meno, e Nagehlhout è un caso particolare tra loro, dal momento che un teorema matematico NON è una teoria astronomica, e se pure fosse stato l'unico errore mai commesso da Pitagora (cosa di cui dubito) sicuramente si meriterebbe il premio come il più clamoroso, il più disastroso, e il più memorabile in quanto tale, e non certo come dogma scientifico, da considerare ineffabile e indiscutibile per i millenni a venire. Io credo che la visione eliocentrica di Pitagora fosse essenzialmente una visione filosofica; e sul fatto che i filosofi abbiano sempre avute visioni discordanti tra loro, e tutte discutibili all'infinito, spero che non esistano dubbi nel mio lettore filosofo.

Questo blogger stesso si considera "amico del sapere", a suo modo; ma sulla base delle mie ricerche e dei miei studi indipendenti, sono giunto alla conclusione che l'intero "sistema educativo" è composto dei peggiori nemici del sapere, che la "realtà" vissuta quotidianamente dal cittadino alfabetizzato è falsa nella sua più intima essenza, e che la intera logosfera cattolica è di fatto un teatrino allestito da certa gente affinché tutti i protagonisti della commedia umana siano semplici comparse, che agiscono secondo la loro volontà, secondo una gerarchia che pone le masse dell'Utenza Globale al di sotto del gradino più basso.

Non so se si possa considerare una sorta di apologo riferito in qualche modo a quanto scritto sopra, ma il video è condiviso da Number1 FM è comunque interessante:

video


Intanto la "Teoria di Irving" si è estesa alla videosfera Italica, come vediamo qui:


Guarda caso, la prima traduzione della notizia che vedo scritta in Italiano porta il marchio Fox, un "canale di informazione" (o intrattenimento) notoriamente "kosher"; possiamo considerarla una "coincidenza"? Certo, come tutto può esserlo... Ma il fatto che il Talmud, così come la Torah (e quindi il nostro "pentateuco") contengano varie descrizioni della antica, e reale cosmologia, suggerisce che questa particolare "coincidenza" sia supportata dalle antiche leggi mosaiche, e che ancora una volta i personaggi più in vista, gli "idoli" e le "stelle" del Gentile Pubblico Pagante, siano stati prescelti come portavoce degli illuminatissimi Eletti. 
Se questa si può considerare soltanto l'ennesima "teoria della cospirazione", invito il lettore a ri-vedere il tatuaggio di Mr. Irving già osservato ieri:


Chi si farebbe tatuare una roba del genere?

Come dice il saggio, il mondo è governato da segni e simboli, e non da leggi e frasi; abbiamo già vista una quantità di simboli in questo blog, e abbiamo anche visti, ripetuti dai pià svariati personaggi, i "segni" gestuali che permettono a certa gente di riconoscersi fra loro, così come permettono a noi di ri-conoscerli.



Sicuramente un "segno" simile non può capitare "per caso", inconsapevolmente, all'oscuro del suo reale significato; e del resto, come ha intuito Mr. Irving, non si può nemmeno ripetere all'infinito, e così poi ha deciso di farsi tatuare l'occhio sulla spalla -che è sempre ben visibile in un giocatore di basket, e qui vediamo prima dell'intervento- per non dover replicare continuamente il gesto. Dopo tutto, possiamo immaginare che una squadra che si chiama "Cavaliers" richieda certe credenziali ai suoi membri. Visto che già altri due compagni di squadra hanno pubblicamente sostenuta -a loro modo- l'affermazione di Irving, è possibile che i Cleveland Cavaliers divengano la prima squadra di basket geocentrista della storia; e così dopo i Globetrotters, avremo i GlobeFlatters, e forse infine diventeranno una squadra di frisbee. =)

A proposito di "coincidenze", di fatti che appaiono in concomitanza senza una apparente relazione fra loro, stavo riflettendo sul fatto che alla fine del 2015, quando lasciai perdere il mio blogging cinefilo e il gossip cosmico per dedicarmi alLa Questione Più Fondamentale, sperimentavo per la prima volta in una vita gli effetti della sobrietà assoluta, ovvero della disintossicazione da quella che ho sempre considerata La Madre Di Tutte Le Droghe, l'alcol.

Immagine: Quickmeme

Trad.: "Bevazza... 
Bevazza dappertutto"

Non che allora fossi un gran bevitore, ma ora so per certo che una goccia di alcol è già fin troppo, perché quella molecola non ha punto da spartire con il nostro organismo. Esiste quindi per me una relazione diretta fra La Madre Di Tutte Le Droghe e La Madre Di Tutte Le Cospirazioni, se si può ridurre a questi termini La Questione Più Fondamentale Di Tutte, che è la Realtà Geocentrica.
E sarà pure una coincidenza anche questa, ma l'effetto più noto dell'eccesso di alcol è quello per cui "tutto gira" attorno a te... Sembra assurdo, me ne rendo conto, ma presumo che tutti noi abbiamo esperita questa sensazione peculiare data da "un bicchierino di troppo", e quindi sappiamo per certo che l'eccesso di alcol nel sangue produce la strana, quanto fisica sensazione di "giramento". Non potremmo quindi dedurne che una intossicazione costante, che è quella seppur moderata dell'etilista medio, e del vizio declassato ad abitudine quotidiana, sia il background mentale dell'utenza massiva, necessario a farle accettare l'inaccettabile idea di vivere su una trottola sferica rotante a 1000 km/h?

Da tempo mi riprometto di scrivere un post dedicato alla Cultura dell'Alcol, e questo potrebbe essere un indizio importante da considerare a questo proposito; del resto, sappiamo tutti che il "sangue di Cristo" è pregno dello spirito di vino, così come sappiamo che è esso un veleno, e quindi non c'è niente di meglio per rappresentare il "liquido vitale" del culto cristiano.


Trad.: "HAI DETTO ...
BEVAZZA GRATIS?"

Avete mai considerato il "misterioso" The Shining come il caso di un uomo che ha dei grossi problemi con il bere? E' una chiave di lettura interessante, fra le tante, e pittoresche che sono state proposte per interpretarlo; e certo nessuna di loro ne esclude un'altra. Questa è una delle teorie meno esotiche escogitate dagli spettatori, ma rispecchia una realtà letteraria e cinematografica, ovvero che il protagonista del libro e del film ha, in effetti, dei grossi problemi con il bere... 
Troppo banale? Ma reale.


Trad.: "TI DA' L'ABILITA' DI PARLARE 
ALLE RAGAZZE
....
TI TOGLIE L'ABILITA' DI ESSERE SENSATO"

E sinceramente, a proposito di quest'ultima affermazione, sono spaventato dall'idea di quante "storie" potrebbero essere iniziate così, perché tutti noi siamo il risultato di qualche "storia"... di quelle colle ragazze.

(...Ricordate "The Shining"?=)


Alexis Mercado pubblica su Flat Earth vs Spherical Earth Official:



Trad.: "LA TERRA E' PIANA, QUESTA NON E' NEMMENO UNA TEORIA DELLA COSPIRAZIONE - KYRIE IRVING, GIOCATORE NBA DEI CLEVELAND CAVALIERS"

OK, ALLORA STA DICENDO LA VERITA'. MA EGLI E' PUR SEMPRE PARTE DEL SISTEMA DELLA ELITE, COME GIOCATORE DI BASKET PROFESSIONISTA.
CONTINUA A MOSTRARE IL SIMBOLISMO SATANICO DEL 666.
SI STA RISVEGLIANDO? POSSIBILE. PREGHIAMO PERCHE' VENGA SALVATO
DA J.C."


Un po' come dire: è preda dell'alcol, preghiamo perché l'eroina lo guarisca....
Incrociamo le dita, o facciamo qualche altro gesto "scaramantico" per lui =)

Neill Cocklingcondivide questa schermata su Awakening: Conspiracies, Prophecies, and Truths:


Trad.: "L'ingegnere chimico Americano e astronauta NASA Dott. Don Pettit ha trascorsi 370 giorni a bordo della ISS. Questa immagine mostra le "scie stellari" viste dalla ISS. Scie stellari si dicono quelle fotografie per le quali si utilizzano lunghi tempi di esposizione per catturare il moto apparente delle stelle nel cielo notturno a causa della rotazione della Terra"

Neill Cockling commenta:

"Questa è la foto genuina di un genuino articolo su di un genuino astronauta...

(Scusate, ma mi è venuta un po' di nausea a scriverlo) 
Qualcuno può spiegarmi come può una macchina fotografica con una lunga esposizione produrre lo stesso identico risultato mentre sta schizzando a 17000mph attorno alla terra, come se lo avesse fatto stando sulla terra...? 
La tecnologia Nasa è straordinaria "


La tecnologia NASA infatti può tutto, compreso tutto ciò che sarebbe completamente impossibile, e spesso anche impensabile, nella realtà delle cose; perché usare il computer è tanto facile...
Immagino che per il lettore di VerOrizzonte non sarà difficile comprendere la particolare impossibilità del caso, con le solite "scie stellari" che formano dei cerchi perfetti, come accade nei time lapse ripresi da Terra, mentre il punto d'osservazione sta, teoricamente, orbitando attorno alla Grande Palla a una velocità fantascientifica, a differenza delle macchine a terra che sono montate su un cavalletto assolutamente immobile... Per fortuna il presunto fotografo è un ingegnere!!
Bisogna prendere in considerazione questo innanzitutto: che c'è gente in grado di produrre ottimi time lapse del cielo notturno, con tutte le sue brave lucine che disegnano dei cerchi perfetti, senza però chiedersi una sola volta come si potrebbe mai vedere una cosa simile nel modello eliocentrico che è stato insegnato loro a scuola; e questo è il fatto che porta a simili paradossi, ovvero alla più spudorata presa-per-i-fondelli da parte degli attornauti, che si diranno 'se non pensano a quello, figuriamoci a questo'... Buon per noi che Mr. Cockling ci ha pensato, e ha condivisa con noi questa genuina bufala, ennesimo esempio dell'abuso di photoshopping che si fa alla NASA; quello che vediamo in questa immagine ovviamente NON può verificarsi nella realtà delle cose, e quindi questa è l'ennesima prova della natura mendace della NASA, ancora una volta gentil-mente offerta dalla NASA.
Perché NASA è CHUTZPAH.

Meglio rilassarsi un attimo...

(because I Love Elephants)

Negli USA oggi è il Giorno dei Presidenti; il gruppo Freemasons condivide questo bel ritratto di famiglia:


Non mi resta che ricorrere all'arma finale: il piovanello

domenica 19 febbraio 2017

ATTORNAUTI A RACCOLTA

Qualcuno ha deciso di assegnarmi il ruolo di amministratore in alcuni gruppi Facebook, nel corso della mia vita social, la quale per inciso rappresenta anche la maggior parte della mia effettiva vita sociale; e mi accorgo di quanto sia paradossale questo ruolo -che pure interessa delle tematiche che per me sono un oggetto di ricerca costante- leggendo avvisi come questo su Facebook:


Tengo a precisare che malgrado la mia 'carica' e il relativo potere decisionale mi sono sempre astenuto dall'accettare o negare le richieste di ammissione a questi gruppi, un compito che ho sempre lasciato a qualcun altro, ma oggi di fronte a questi avvisi mi sono trovato improvvisamente in bilico tra la "realtà quotidiana" esperita dal neo-geocentrista in un mondo di globaLListi, la Grande Farsa messa in scena con tecniche tele/cine/video hollywoodiane dalla NASA, e il Grande Mistero Ufologico, derivato da un fenomeno che sappiamo essere non meno reale e indubitabile della Terra piana e stazionaria, attraverso i milioni di video su YouTube e i miliardi di foto su internet.

Per qualche motivo, sono portato a pensare che le cose siano strettamente correlate, anche se a questo punto della mia indagine (proprio come all'inizio!) mi è impossibile stabilire l'origine di tanti "oggetti volanti" che oggi so per certo non provenire da nessun "pianeta", per come si definiscono comunemente le "stelle vaganti" del firmamento nella società globalizzata. E certo, il fenomeno UFO mi ha interessato da ben prima della Realtà Geocentrica e delle Grandi Bugie (o palle) Universali insegnate nelle università, ma a differenza della reale Figura della Terra, che posso percepire immediatamente (=senza medium) e direttamente in tutta la sua immota orizzontalità, la situazione ufo-logica è destinata a restare avvolta dall'ombra per le sue intrinseche qualità misteriose; gli oggetti volanti non-identificati avvistati nei cieli infatti sono sempre tanti, ma ancora nessuno al mondo sa da dove siano decollati. Né dove atterrino.

E intanto seguiamo la globalizzazione in diretta, con questa notizia di Repubblica.it:


Nell'articolo ci vengono rivelati i dettagli di questa messinscena internazionale che è un truffa da miliardi di dollari all'anno, e che oggi interessa la nazione Indiana, ormai completamente "inglobata" grazie alla industrializzazione e alla standardizzazione sociale che stanno trascinando uno dei paesi più "spirituali" in fondo all'abisso del materialesimo:

"Il razzo vettore PSLV-C37 ha volato alla velocità di 27mila chilometri l'ora e i satelliti sono stati posizionati nelle loro orbite in circa 30 minuti. Il carico principale del razzo era un satellite per l'osservazione terrestre da 714 chilogrammi, ma a bordo c'erano altri 103 "nanosatelliti", di cui 96 appartengono agli Stati Uniti e uno ciascuno a Israele, Kazakhstan, Svizzera e Paesi Bassi." (Id.)

Mi sembra abbastanza semplice intuire come la Grande Torta Spaziale sia spartita tra le varie nazioni colle loro "agenzie" che nel gergo più appropriato costituiscono il racket dello spazio: se solo pensiamo ai costi per la progettazione, la sperimentazione e la costruzione dei "nanosatelliti" prodotti con la più alta tecnologia dell'inutilità pura, e con materiali indistruttibili per affrontare il Nulla, ancor prima di affidare il loro (costosissimo) "lancio" verso qualche punto di qualche oceano alle cosiddette agenzie spaziali, non è poi difficile immaginare il giro d'affari che si è sviluppato attorno a questo settore dell'intrattenimento di massa, con queste filiali della "cantina di Hollywood" che si sta espandendo attraverso la "globalizzazione". Tutte le scuole del mondo oggi hanno un "globo" in bella vista nella aule scolastiche, e tutte loro hanno, o avranno la loro agenzia aerospaziale nazionale, incaricata di creare immensi "buchi neri" finanziari in cui convogliare cifre astronomiche.
Vale la pena di riportare anche la conclusione dell'articolo, per definire meglio la situazione e gli sviluppi previsti dal racket stesso:

"Il primo ministro indiano Narendra Modi si è congratulato con l'agenzia spaziale. "Questa straordinaria impresa di @isro è ancora un altro momento di orgoglio per la nostra comunità scientifica spaziale e per la nazione. L'India saluta i nostri scienziati", ha scritto Modi su Twitter.


Alcuni dei satelliti lanciati in orbita oggi sono stati realizzati in india, come ad esempio quelli che dovranno effettuare rilevazioni cartografiche al confine con i rivali storici, Cina e Pakistan. E la stampa di Nuova Delhi sottolinea che il governo ha già annunciato un altro progetto: una collaborazione tra l'Isro e la Nasa per portare su Venere una sonda a propulsione elettrica."


Quale potrebbe essere il costo di una sonda a propulsione elettrica lanciata verso "Venere"?
Preferisco non saperlo, ma possiamo immaginare che ci si potrebbe sistemare buona parte dell'economia Indiana, così come il budget NASA rimetterebbe in sesto facilmente quella Americana:
le avventure spaziali degli attornauti sono ormai, alla stregua dell'Industria Religiosa, una macchina per fare soldi ben avviata, dopo il rodaggio multi-decennale del modello americano. Così oggi anche nella "povera" India in piena fase di industrializzazione, il pubblico televedente si eccita alla vista di enormi razzi pirotecnici che si innalzano bruciando milioni di dollari in carburante, producendo fuoco e fiamme di grande potere suggestivo, del tutto inconsapevoli del fatto che non esiste nulla di simile allo "spazio esterno" che fa da scenario a documentari finto-scientifici e serie TV fantascientifiche, indistintamente.

Il logo, o MARCHIO dell'agenzia Indiana dice tutto quello che c'è da sapere in proposito:




così come quelli delle altre agenzie del racket spaziale:



perché non è possibile chs si utilizzi una "forma vettoriale" comunemente detta chevron (Fr. "caprone", ma stranamente tradotto nell'araldica Italiana come "capriolo") senza conoscerne il significato.

E certo, anche il logo della serie TV ribattezzata dagli Americani "Jew Trek" (Odissea Giudea) e divenuta oggetto dell'ennesimo 'culto' presso i Gentili contiene il fantomatico 'vettore' caprino:




Tutto è avvenuto allora, proprio durante la "rivoluzione cul-turale" del '69: l'allunaggio in studio -o cantina- dell'Apollo 11, l'enorme "successo" (della propaganda) del libro/film "2001: a space odissey" per opera di due Maestri -della letteratura e del cinema- del 33mo Grado, e la prima stagione di "Star trek", un titolo che rimanda al medesimo concetto di "odissea", inevitabilmente correlato alla "diaspora" del popolo Israelita. Il successo della serie TV è stato tale che ancora oggi, dopo quasi mezzo secolo, un tizio di nome Abrams (regista del primo) conta le mazzette di dollari come hobby, dopo la produzione del secondo episodio del "reboot" cinematografico, Star Trek Beyond (2016); il quale, leggiamo su Wiki English, ha incassato meno del previsto, con un totale di soli "$343.5" milioni contro i "$185" milioni del budget; è sempre poca roba, rispetto alle cifre della NASA, ma questo "fallimento" con un incasso di quasi 160 milioni ci dà un'idea delle proporzioni del fenomeno nel settore dell'intrattenimento fantascientifico, rispetto al finto-scientifico.
Quanti saranno i "Flat Earthers" fra i quaranta milioni di "trekkies" nel mondo?
E se altrettanti milioni di persone ri-prendessero improvvisamente coscienza del fatto che non vivono su una trottola rotante nel vuoto, anziché guardare la TV e andare al cinema per vedere le peggiori idiozie mai concepite da mente umana, pensate che la situazione potrebbe restare inalterata a lungo?

Questa è la mia memoria quotidiana proposta da Facebook oggi:


Sinceramente, non ricordavo di aver scritta una cosa simile, e non di meno mi trovo perfettamente d'accordo con il me stesso di 3 anni fa, che siano fantocci "sinistri" oppure "destri". Il ventriloquio prosegue, anche in forma telematica. E quindi la mia risposta di oggi è "VERO: E' TUTTO FALSO".
Ma la conoscevo già anche allora.

Sono solo un grafomane.

Una strana giornata di sole e foschia, clima piacevole e fastidioso nel contempo:



Per la strada incontro la mia amica chiacchierona, Bebel, con le sue lacrime nere tatuate:


e al parco c'è ancora la piccola, morbida gattina nera che non sembra volersi rassegnare alla vuotezza del paesaggio:


ma non c'è proprio nessun altro:


 Nel frattempo le memes di Kyrie Irving si sono moltiplicate su Facebook; questa viene da Dhaval Rashmikant Rao:


e si stanno diffondendo anche le prove della simpatia di Mr. Irving per certi simboli, o gesti, come in questa foto pubblicata da Nicu Buricu:




Perché certe cose le abbiamo sempre viste.

Invece non avevo mai visto un Picchio Robusto (Campephilus robustus) fino ad ora; la lacuna è colmata da Beautiful Birds:


Per inciso non avevo mai nemmeno visto un Picchio verde (Picus viridis) fino a qualche settimana fa, e vederlo apparire in penne e piume al solito parchetto cittadino è stata per me una delle grandi emozioni del 2017; che poi qualcuno ne abbia fatto l'ennesimo simbolo del Cristo, non mi risulta tanto interessante quanto il fatto che "Per gli Umbri era considerato uccello beneaugurante.[2]" (Wikipedia). 
Sicuramente è molto più beneaugurante di qualunque cosa riguardi il mito cristiano.
Ad ogni modo, questo è il suo ritratto su Wikipedia, che la sua visione possa portare fortuna anche al mio lettore:

Di Sven Teschke, Büdingen - Opera propria, CC BY-SA 2.0 de,
https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=173915

Comunque lo si veda, è un gran bello spettacolo, ed è sicuramente di ottimo auspicio nel contesto eco-logico. Se qualcuno non aveva mai visto il Picchio robusto e il Picchio Verde nemmeno in fotografia, Martine Stolk ha appena pubblicato su The blue planet wildlife questo ritratto di un Picchio frontedorata (Melanerpes aurifrons) che ella chiama Golden-fronted woodpecker, immortalato al "Santa Clara ranch in South Texas":


Siamo decisamente in picchiata...

Tornando alla fauna locale, la Commedia Stivalesca prosegue tra buffoni politici e politici comici, senza soluzione di continuità, per cui mentre i governanti continuano a raccontare barzellette all'utenza Italica, il comico Maurizio Crozza dà spettacolo utilizzando la cronaca quotidiana come copione:


(Da ControInformo su Facebook)

Così il Gentile Pubblico Pagante trova sempre di che divertirsi, dovunque si volti.
E' una strategia vincente, non c'è che dire.

Perché intanto qualcuno pensa ancora all'invasione aliena:


mentre il REALISTICO alieno morto in questione è ancora in vendita su Amazon (il 19.2.17):


alla cifra astronomica di 165.62 dollari - spedizione esclusa. 
Pensateci un attimo, un chilo di latex in Malesia costa meno di 190 centesimi di dollaro al chilo, e questo pupazzo pesa ca. 4 chili; quindi con meno di otto dollari si può produrre un oggetto il cui stampo (la spesa più grossa) si ripaga con il primo centinaio di pezzi venduti; tutto il resto è guadagno netto. Per di più gli ufologi ti fanno pubblicità gratis su internet....
Abbiamo sbagliato mestiere.

Bruno Fiori da Londra ci dà un'altro suggerimento per una carriera di successo, quella dell'animatore di satelliti per la NASA:


Trad.: "L'artista del Jet Propulsion Laboratory NASA John Howard 
al lavoro sulla sua ultima animazione -- il satellite SWOT (Surface
Water & Ocean Topography). John immagina le nostre astronavi in
orbita così non dovete farlo voi. Il lancio dello SWOT è previsto per
il 2020. swot.jpl.nasa.gov"

Ringraziamo quindi Mr. Howard per il suo grande contributo alla nostra immaginazione spaziale; e poi dicono che la NASA mente... invece dicono la verità, e siamo noi che fraintendiamo (maliziosamente) le loro affermazioni. Questo signore è l'artista che anima i satelliti della NASA nello spazio, loro stessi ce lo dicono molto chiaramente. Questa è una immagine proveniente dal gruppo NASA, non è stata diffusa da un teorico del complotto, e ci dice tutto quello che c'è da sapere a proposito:

ARTE + ANIMAZIONE CGI = SATELLITI.

In effetti, forse dovrebbero anche far presente al pubblico che le animazioni come quelle di Mr. Howard sono tutto quello che si possa ottenere a sostegno dell'esistenza di "satelliti" nello "spazio"... Ma questo è un dettaglio trascurabile, ovviamente. Non stiamo a guardare il capello.

Concludo con un paio di posts umoristici da Facebook:


Trad.: "NIENTE DICE "RIFUGIATA TRAUMATIZZATA"
COME UN SELFIE GHIGNANTE PRESO CON 
IL PIU' RECENTE CELLULARE SAMSUNG"

E questo, che si è meritato il mio commento:



sabato 18 febbraio 2017

Il Grande, Grande Cesto

Eccoci di nuovo nel mainstream; la notizia è annunciata su Facebook da svariati gruppi e individui, tra cui Zetetic Flat Earth:


Trad.; "Campione NBA - Kyrie Irving parla della Terra Piana, 
Caldamente raccomandato!
Terra Piana - Kyrie Irving Intervista Terra Piana (audio)"

e Chris Blackshere:


Trad.: "Kyrie conosce la verità! --
Kyrie Irving dice che la Terra è innegabilmente piatta:
'Questa non è nemmeno una teoria della cospirazione'
Malgrado le prove, ehm, fatti che dicono altrimenti,
Kyrie Irving pensa che la Terra sia piana,"

Dunque quella qui sotto è la "intervista" audio del primo link, pubblicata su YouTube da zup zuke
E devo avvertire che tutti i partecipanti qui sembrerebbero parlare sotto l'effetto di qualche sostanza stupefacente; anche se in effetti Mr. Irving dice che a suo parere la Terra è piana ("flat"), poco prima egli afferma di credere nell'esistenza di "alieni", precisando "extraterrestri", e questo implica una sostanziale ignoranza sull'argomento:



Ma come si è già detto, quando si tratta di sostenere la Causa Geocentrica tutto fa brodo, e nel caso di una "star" della National Basketball Association si può ben dire che questo è un Gran Bel Colpo a nostro vantaggio, perché tanti milioni di "tifosi" che hanno sempre considerata la pallacanestro più importante della Questione Più Fondamentale saranno improvvisamente interessati alle affermazioni "controverse" di Mr. Irving.
 Oggi, cercando notizie di costui su Google, mi sono trovato di fronte a questa schermata:


Trad.: "K.I dei Cleveland Cavaliers crede che la Terra sia piatta
- K.I. realmente, davvero, seriamente, crede che la Terra sia piatta
-Lo All-Star dei Cavaliers K.I. crede legittimamente che la Terra sia piatta"

che lo faccia "seriamente", e che le sue affermazioni siano "legittime" o meno, l'importante per noi è che lo faccia, che lo dica in giro, che lo urli ai quattro venti, perché sicuramente le notizie che lo riguardano sono seguite da un pubblico indefinitamente maggiore rispetto a quello di VerOrizzonte, e di qualunque blog neo-geocentrista su internet.

CBS Sport pubblica parte della trascrizione, da cui traduco:

"Irving ha detto: “E' proprio davanti alla nostra faccia. Vi dico, è proprio davanti alla nostra faccia. Loro ci mentono.
“Quello che mi hanno insegnato è che la terra è rotonda. Ma se ci pensi bene sopra in un paesaggio mentre stai viaggiando, il modo in cui ci muoviamo e il fatto che, puoi davvero pensare che ruotiamo attorno al sole e tutti i pianeti allineati, che ruotano in tempi specifici, che siamo perpendicolari con quello che avviene con questi pianeti?" [SIC!!!]
Da come si esprime, Irving non si direbbe un pozzo di scienza, ma si intuiscono alcuni concetti che contengono un chiaro messaggio, e vale la pena di riportare la chiusura dell'articolo CBS, perché di tutto ciò la sua affermazione finale mi sembra la più importante in assoluto:

"Quasi sconcertato dalla sua sincera risposta, Richard Jefferson gli ha chiesto: “Perché vuoi mettere la parola ‘pianeti’ fra virgolette?”
“Perché, tutto quello che mandano— o che vogliono farci  credere mandino — non torna indietro,” ha detto Irving “Non ci sono informazioni concrete tranne le informazioni che ci danno loro. In particolare, ti mettono nella direzione di ciò che devi credere e ciò che non devi credere. La verità è lì, devi solo andarla a cercare.”
(http://www.cbssports.com/nba/news/kyrie-irving-says-the-earth-is-undeniably-flat-this-is-not-even-a-conspiracy-theory/ - Trad. mia)

E QUESTO, direi, è il messaggio più forte, e più indispensabile per la nostra Causa, perché nessuno può restare davvero indifferente, di fronte alla massa di contraddizioni e paradossi della teoria eliocentrica, se soltanto si (ri)avvicina al suo studio, e quindi possiamo solo essere grati a Mr. Irving per averlo ricordato al pubblico. Speriamo che qualcun altro sia pronto a ricevere il suo assist

Supporta il messaggio Mr. Michael Davino; e vale anche per questo blogger:


Trad.: "NON CREDETE IN QUELLO
CHE PUBBLICO
...
FATE RICERCHE SU
QUELLO CHE PUBBLICO"


Su Official Flat Earth & Globe Discussion Aaron Thomas‎ domanda:


Trad.: "Chi di voi ha detto a quel giocatore 
di basket che la terra è piatta?"
 

Io potrei giurare di non aver mai sentito nominare un Kyrie Irving prima, in vita mia. 
Anzi, lo giuro.


NOTIZIA ANCOR PIU' STRAORDINARIA:
Dana Eroma RITRATTO CON UN MODELLO SFERICO NELLA MANO DA  Giorgio V Immesi‎!!!


Il j'accuse del "whistle blower" Immesi: "Ti ho beccato mentre sponsorizzi la palla rotante!!! Sei un meschino !! 😡😡😡 n non ho parole"
L'ammissione di colpa di Eroma: "Il cash vince sempreehahahahahahaha"

Questo mondo non rotea, ma va a rotoli; non possiamo più fidarci nemmeno dei nostri compagni di lotta, ormai la corruzione globaLLista ha insediato anche il nostro movimento, e lo minaccia dall'interno.
Fortunatamente la verità è venuta subito a galla; sempre che non si tratti dell'ennesimo fotoritocco fatto con Photoshop... Seguiremo d'appresso gli sviluppi della vicenda. 
Con simpatia =)

Questa sera in TV trasmettevano "Codice Swordfish" di D. Sena (2001); qui Hugh Jackman interpreta "il miglior hacker del mondo" (Wikipedia) che mentre risolve i suoi videogames cifrati impreca come un mulattiere, beve vino rosso e fuma sigarette:


mentre smanetta sulla tastiera le sue dita assumono pose ambigue, come questa:


ma quando infine riesce nel suo hackeraggio ci leva ogni dubbio, facendo due paia di corna per festeggiare:


E quindi torno a ripetere: queste cose le abbiamo sempre viste.

A qualche ora di distanza dalle news del giocatore di basket geocentrista, compaiono già le prove della sua malafede, pubblicate da Flat Earth Research Center.:


Trad.: "K.I. DICE DI ESSERE UN GEOCENTRISTA...
MA NON DATEGLI CREDITO"

o meglio, se non una prova, è un indizio molto significativo per noi, perché occorre avere un'ottima motivazione per farsi un tatuaggio del genere:


Foto originale: NBA-LIVE.COM

Anche qui, come nel caso di Trump, ho l'impressione di una 'casualità montata ad arte', e l'idea di una "propaganda occulta" diffusa attraverso le dichiarazioni non-ufficiali  --ma non di meno pubbliche-- di personaggi più o meno famosi. Ma questa è solo la mia impressione.

Un po' di pubblicità progresso condivisa da Michael Davino:


Trad.: "DISNEY & NASA
Lavaggio del cervello a bambini & adulti creduloni dagli anni '50!"

Steven Callahan risponde: "Guarda cosa si legge riflettendo la scritta Mickey...."


wicked
ˈwɪkɪd/

Google traduce:
"1. malvagio
  2. cattivo"

Ancora Michael Davino condivide questi due scatti straordinari:



Il gruppo Earth. We are one. (che ha la Grande, Grande Palla come foto profilo su Facebook) pubblica la foto della mia prossima abitazione:


Trad.: "Quando hai chiuso
con gli umani"

Anche se, ripensandoci, l'ambiente è un po' troppo umido per i miei gusti.. e i pesci non sono particolarmente amichevoli.

Curiosity ci rivela che:


Trad.: "Le gazze europee sanno 
riconoscere il proprio riflesso
Esse sono parte di una breve lista di animali
che passano il test dello specchio"

Non scriverò cosa ne penso io a proposito della "intelligenza" di certi "animali", perché la mia è una visione decisamente troppo "alternativa"; ma immagino che la scelta del mio nickname possa già suggerire qualcosa al mio lettore. Io penso che l'uomo non sappia praticamente nulla di tutti gli altri abitanti di questa Terra; e di tutto quel poco che sa, e che non è del tutto sbagliato, c'è ben poco di utile. Questa è una opinione del tutto personale, ma pensate per un attimo di essere un cardellino, che si è sempre visto riflesso nelle pozzanghere e in ogni superficie d'acqua in cui ha bevuto per tutta la vita, e che quindi vede da sempre la propria immagine speculare, così come facciamo noi; perché dovrebbe mostrare interesse per il proprio riflesso quando degli umani lo stanno studiando? Perché questo è ciò che si aspettano loro, per provare la sua "intelligenza", misurandola col metro di un animale straordinariamente stupido? Non potrebbe essere che in realtà le specie che reagiscono di fronte al proprio riflesso sono le meno "pronte" mentalmente? 
Ma ripeto, sul fronte zoologico ritengo che la nostra conoscenza sia prossima allo zero, e penso che sia l'approccio stesso alla materia fondamentalmente, ed essenzialmente errato; del resto, viviamo in un mondo di sarcofagi coatti, possiamo solo accontentarci del fatto che qualcuno si limiti a studiare esemplari di varie specie senza divorarli.

Qualche indizio dal gruppo Mesmerizing Nature:


Trad.: "Cagna salva i propri cuccioli da una casa in fiamme, 
li posa sul camion dei pompieri"



e da African Soul:



Intanto la storia di Kyrie il Cestista Illuminato ha già raggiunto il livello di meme:




Qualche altro indizio sul Pesce Umano, da Phil Harris su Esoteric Knowledge & Occult Science:


Trad.: "Vescica Pisces
Freya Day [Fri-day=Venerdì, NdT] giorno della dea pesce
Mitra papale
Cibele -- Oannes"

Il che mi spinge a pensare che l'infame rito della teofagia cristiana potrebbe esser derivato da una antica usanza di mangiare il pesce di venerdì, il giorno attualmente dedicato dagli anglofoni e dai Tedeschi a Freyja. Nella mitologia norrena essa viaggia su un carro trainato da due gatti, e mentre mi risulta oscura la sua associazione con il pesce, mi suona strano il fatto che proprio la  (presunta) contrazione del suo nome in quello del venerdì Inglese, Fri-day, si legga proprio come "fry", ovvero friggere... Perché è un mondo di parole.

Questa image macro di John Thor risale al Novembre 2015, ma per qualche motivo qualcuno l'ha condivisa oggi, e vale la pena di condividerla qui, perché la dice lunga sul nostro caso:


Trad.: "L'INDIVIDUO E'
HANDICAPPATO NEL
TROVARSI FACCIA A 
FACCIA CON UNA 
COSPIRAZIONE COSI'
MOSTRUOSA CHE EGLI
NON E' IN GRADO DI
CREDERE CHE ESISTA
- J. EDGAR HOOVER"

Come sempre, mi sono accertato della veridicità della fonte, che troviamo su Wikiquote.




Una bella foto da Precious World, in ricordo delle infinite vittime della Tradizione Gastronomica Italiana, e in previsione delle prossime. In questo caso il tema della teofagia è suggerito direttamente da Wikipedia, alla suddetta voce. 
Un altro punto a sfavore dei cristiani, con la loro mania manducatoria
Ammazzare, e mangiare il corpicino di una cosina come questa è da incoscienti psicopatici, anche se nessuno dei moderni consumatori si sporcherebbe mai le mani, fintanto che può pagare dei perfetti sconosciuti per farlo in qualche buco d'inferno industriale che non vedrà MAI; e "occhio non vede..."
Comprare quei poveri resti per cibarsene è un gesto da trogloditi e da vigliacchi, ma farlo pensando che abbia qualcosa a che fare con il proprio dio, anche solo accettando la tradizione di famiglia e del Paese, va troppo oltre la mia capacità di sopportazione solo per immaginare di poter perdonare i colpevoli. Se un intelletto è tanto sofisticato da potersi inventare una cosa incomprensibile come un "dio", dovrebbe se non altro saper distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, senza nemmeno tirare in ballo concetti impegnativi come 'bene' e 'male'. 
Ma non è così, evidentemente.
Vogliamo parlare delle "uova", cioè gli ovuli di gallina, decorati e consumati per la ricorrenza, o del loro moderno sostituto, che è un composto al 35% (minimo) di cacao, e che per il resto -se non c'è l'aggravante del latte- è zucchero raffinato?... 
Rimandiamo il discorso, semmai, alla prossima pasqua, mentre adesso ci sarebbe da affrontare il discorso di carnevale, ma si sa, sono tutte chiacchiere; e frittelle; e anche quelle, ragazzi... Se le vanno proprio a cercare...